4Wtv2

Simply Mobile

venerdì 2 ottobre 2015

POLITICA: NICHI VENDOLA UN PENSIONATO DA OLTRE 5MILA EURO AL MESE OLTRE AI 198.800 EURO DI FINE MANDATO

E' forse uno dei vitalizi più bassi nella storia di un politico, ma è pur sempre un vitalizio. Nichi Vendola a 57 anni va in pensione, un privilegio che solo i politici possono permettersi a discapito di gente che invece lavora una vita e che la pensione di 200-300-500-700-900-1000 euro al mese se tutto va bene la vedono col binocolo.. a Vendola sono bastati solo 10 anni di contributi, questa è l'Italia.

Predica bene e razzola male si dice
Già perchè in campagna elettorale era stato proprio lui Nichi Vendola a proporre l'abolizione dei vitalizi ai politici, ma forse non era stato abbastanza chiaro quando proponeva questa riforma, probabilmente si riferiva ai politici del futuro non a quelli già dentro come lui.
Chiamiamola strana coincidenza, dato che lo stesso ex Governatore della Regione Puglia aveva abolito con tanto clamore mediatico il privilegio del vitalizio ai suoi consiglieri, in quanto a lui, ci aveva pensato bene a mantenere il vitalizio dato che la legge non è retroattiva.

Il privilegio è stato abolito nel 2013 ma quello che è stato cumulato prima resta e naturalmente se li prende tutti.
DOPO QUASI 10 ANNI DI CONTRIBUTI NICHI VENDOLA VA IN PENSIONEQuasi 6000 euro lordi al mese percepiti con tre anni di anticipo, questo naturalmente grazie a riforme fatte ad honorem, infatti con una legge regionale può anticipare il pensionamento senza arrivare ai 60 anni.
Come se non bastasse in questi casi oltre al vitalizio, il politico di turno intasca pure l'assegno di fine mandato, per una cifra pari a 198.800 euro.

Alla faccia di chi è disoccupato, di chi vive sotto un ponte, in auto, di chi non arriva a fine mese, di chi è costretto a rovistare nell'immondizia per rimediare qualcosa.

Fonte Ansa.

Nessun commento:

Posta un commento