4Wtv2

Simply Mobile

mercoledì 2 settembre 2015

RENZI VS UE: 'DECIDIAMO NOI COSA TAGLIARE NON L'UNIONE EUROPEA'

Il Premier Renzi annuncia che il 16/12/2015 ci sarà il funerale per quanto riguarda le tasse sulla casa: 'Il 16 dicembre gli italiani pagheranno la seconda rata della Tasi, quello è il funerale delle tasse sulla casa'. Nonostante l'Ue si sia espressa in maniera negativa sui tagli: 'Va contro le raccomandazioni Ue'. L'Unione Europea infatti fa sapere che è contraria alla proposta di Renzi sulla riduzione della tasi e specifica: 'Abbiamo letto i recenti annunci sulle tasse in Italia, ma non avendo dettagli sui piani non possiamo fare commenti. Però è ben noto che il Consiglio ha raccomandato che l'Italia sposti sugli immobili ed i consumi il carico fiscale che grava su lavoro e capitali'.

La replica del Presidente del Consiglio non si è fatta attendere
E in un intervista rilasciata a RTL 102,5 rincara la dose: 'L'Ue che si gira dall'altra parte sui migranti pensa di venirci a spiegare le tasse. Spero sia stato il caldo: le tasse da tagliare le decidiamo noi, non Bruxelles'. 

Poi Renzi prosegue la sua intervista parlando un po' di tutto. 
Dall'Immigrazione: 'La Ue si gioca la faccia sull'emergenza immigrazione. E' fondamentale che l'Europa si dia una bella svegliata e faccia la sua parte'.

Alle riforme applicate: 'Se si fanno le riforme i risultati arrivano, se cambi le cose che devono essere cambiate i risultati arrivano. La Germania ha fatto il Jobs Act tra il 2003 e il 2005, i risultati sono arrivati in questi 10 anni. Se lo avessimo fatto anche noi dieci anni fa.. lo abbiamo fatto adesso'.
IL PREMIER RENZI CONTRO L'UNIONE EUROPEA
Le unioni civili: 'Ok alle unioni civili entro l'anno. Sì, ma molto dipenderà da come andrà la discussione al Senato. Bisogna fare velocemente entro settembre le riforme, poi chiudere entro le prime settimane di ottobre sulle unioni civili'.

Sulla scuola: 'Le polemiche sono naturali ma è giusto dire che sulla scuola ci sono 100mila posti lavoro in più. E' la prima volta che l'Italia mette più soldi sui propri figli'.

Fonte Tgcom.

Mentre su Marino Sindaco di Roma che si sta godendo le sue 'meritate' vacanze lasciando Roma alla mercè, neanche una parola.. E' decisamente più facile fare orecchie da mercante su casi scottanti che non sai come rispondere, che su argomenti dove ti gonfi il petto, quando alla fine la ciccia si vede lo stesso.

Nessun commento:

Posta un commento